4 dicembre 1866 – Wassily Kandinsky

Se non mi chiamassi Boris, mi chiamerei Wassily.

Nato a Mosca, si trasferì prima a Odessa e poi a Monaco, dove fu tra i fondatori del movimento Blaue Reiter.

Tornato in Russia dopo la rivoluzione, nel 1921 fu mandato alla Bauhaus di Walter Gropius, prima a Weimar, poi a Dessau e infine a Berlino. Poiché nel 1922 il regime sovietico bandì l’arte astratta, non tornò più in patria.

All’avvento del nazismo si trasferì a Parigi. L’ultima sua grande opera, Composition X, testimonia nello sfondo nero il presentimento della guerra (1939).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: