Qualcuno ricorda che cos’era l’ISDN?

Immagino di no. Le tecnologie morte finiscono a impolverarsi come le musicassette ai tempi dell’mp3.

wikimedia.org/wikipedia

Vi faccio tornare la memoria con qualche estratto da Wikipedia:

Integrated Services Digital Network, o ISDN, è una rete di telecomunicazioni digitale che consente di trasmettere servizi di voce (fonia) e trasferimento dati su un unico supporto. La definizione tecnica dell’ISDN […] risale alle raccomandazioni ITU-T della serie I del 1984 […].

Avete letto bene, roba di 30 anni fa, ai tempi di Craxi e De Mita, quasi 10 anni prima del web.

E infatti:

L’ISDN ha avuto la sua maggiore diffusione nell’utenza privata alla fine degli anni novanta [corsivo mio] in quanto consentiva di usufruire dei servizi telefonici aggiuntivi sopraesposti [cioè: avviso di chiamata, trasferimento di chiamata, presentazione del numero del chiamante] e di un traffico dati da Internet che era superiore a quello offerto dai tradizionali modem analogici dial-up a 56Kbit/s potendo infatti arrivare fino ai 128Kbit/s.

128 kbit/s! Commovente, no?

Io, che sono sempre stato un early adopter (e che sarei un nababbo se non avessi speso una fortuna in nuove tecnologie che non sempre funzionavano), ho naturalmente avuto precocemente una linea ISDN e l’ho mantenuta per molti anni. Avevo quindi in casa la famigerata borchia, che è quello scatolotto che vedete nella fotografia. Avevo anche un provider ADSL flat, che peraltro non era Telecom Italia.

Quattro anni fa, nel 2011, ho abbandonato Telecom, mantenendo il numero. Telecom ha mandato un operaio a staccare la borchia e a riportarsela via.

Adesso (early adopter si nasce e non si diventa, e comunque si muore: semel abbas sempre abbas) vorrei passare alla fibra, affascinato dai nuovi armadi che Telecom ha installato nel mio quartiere.

Oggi ho avuto la risposta: si può fare, ma non posso conservare il mio vecchio numero telefonico, perché per Telecom è assegnato a una linea ISDN (anche se non è vero da più di 3 anni). Inoltre, probabilmente, devo pagare una penale di 70 o 100 €, ma questo non è sicuro. E comunque ci vorranno settimane o mesi.

Non ci sono molte certezza, ma i forum sono pieni di storie dell’orrore.

Passo alla concorrenza. «Dio t’assista», mi ha augurato un amico che lavora per Uber.

Una Risposta to “Qualcuno ricorda che cos’era l’ISDN?”

  1. puntomaupunto Says:

    è capitato anche a me (anzi a mia moglie) di avere un’isdn. Quando abbiamo messo ADSL ci aggiunsero un secondo doppino… e quando poi abbiamo traslocato abbiamo scoperto che avremmo dovuto pagare due traslochi di linee, e che non potevamo far passare l’isdn a linea normale (non so esattamente il perché), e quindi non avremmo nemmeno potuto mantenere il numero se l’avessimo chiusa e basta. Alla fine, visto che tanto quel fisso serviva solo per ricevere telefonate di venditori, l’abbiamo eliminato e basta…


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: