Daniela Ranieri – AristoDem: Discorso sui nuovi radical chic

Ranieri, Daniela (2013). AristoDem: Discorso sui nuovi radical chic. Firenze: Ponte alle Grazie. 2013. ISBN 9788862209809. Pagine 275. 11,99 €

amazon.com

Ho già raccontato del mio incontro fortuito con Daniela Ranieri, il cui Tutto cospira a tacere di noi aveva causato in me attrazione e ripulsa. Forse, nelle mie note di lettura la ripulsa traspariva più dell’attrazione, tanto che l’autrice aveva sentito il bisogno di entrare in contatto (virtuale e digitale) con me. Mi pare ci fossimo chiariti, ma poi il dialogo si è interrotto. Il nostro scambio epistolare si era svolto su anobii, perché wordpress per qualche capriccio misterioso aveva fatto sparire il commento di Daniela Ranieri.

Adesso Daniela Ranieri ha scritto un capolavoro, ha sfoderato un enorme talento, ha trasformato, con un salto alla Fosbury, quello che avevo considerato un difetto, o meglio un eccesso –  “[u]na scrittura che non so meglio definire se non barocca (o forse rococò), comunque gonfia come un torrente ingrossato” –, in un’arma micidiale.

Leggi il seguito di questo post »

Diamanda Galas e John Paul Jones – 23 ottobre 1994

Si racconta di un famoso economista, futuro premio Nobel, che avesse l’abitudine di proporsi come partner sessuale a tutte le donne che incontrava (no, non è DSK). Riceveva – va da sé – dinieghi scandalizzati e sonori schiaffoni. Quasi sempre, ma non sempre. E su quel sottile margine aveva costruito una carriera da Don Giovanni di tutto rispetto. E la base delle teorie che gli avrebbero fruttato l’ambito riconoscimento.

A me succede l’opposto con i concerti: ho partecipato a molti concerti, quasi sempre bellissimi. Ma qualche volta ho preso delle solenni fregature. Questa è stata una di quelle.

pixogs.com

Per capire perché è necessario saperne di più di questa strana coppia.

Leggi il seguito di questo post »

Douglas Coupland – Worst. Person. Ever.

Coupland, Douglas (2013). Worst. Person. Ever. London: William Heinemann. 2013. ISBN 9781409023784. Pagine 336. 12,78 €

amazon.com

Douglas Coupland è uno di quegli autori di cui compro il nuovo libro non appena esce (sempre) e comincio a leggerlo subito (spesso, ma non sempre). Ne sono, in un certo senso, un fan, cioè un estimatore al di là dei suoi meriti. Sono stato per tutta la vita un fan quintessenziale, dei Pink Floyd, di Miles Davis, dei Beatles, di John Lennon, de il manifesto, di Karl Marx… Persino dell’Inter sono più un fan che un supporter. Ma non è di me che dobbiamo parlare, ma di Worst. Person. Ever.

Leggi il seguito di questo post »

Come affossare il turismo in Italia

Questa è una storia vera. Ho cambiato qualche nome e qualche circostanza: per proteggere l’innocente, come dicono gli inglesi. E anche per proteggere me: non si sa mai.

Uno dei protagonisti di questa storia è un ingegnere olandese. Non è mai stato in Sicilia, ma ne ha sentito parlare in toni entusiastici. Così, quando lo invitano a presentare un paper a un convegno a Messina verso la fine di settembre, accetta con entusiasmo. Il convegno è un lunedì e un martedì: ci si possono attaccare i giorni del week-end e andare a visitare l’Etna e Catania con la propria compagna, rientrando il mercoledì mattina. Con un volo diretto low cost.

Leggi il seguito di questo post »

Evgenij Zamjatin – Noi

Zamjatin, Evgenij (1921). Noi (trad. Barbara Delfino). Milano: Lupetti. 2007-2011. ISBN 9788883912283. Pagine 191. 14,00 €

amazon.com

Mi sono chiesto molte volte perché ci siano opere dell’ingegno umano (libri, ma anche brani musicali e pièces teatrali) che sono considerate pietre miliari (della letteratura, della musica o del teatro) ma che nessuno sembra leggere, ascoltare o rappresentare mai. Non ho una risposta universale, ma nel caso specifico di questo romanzo ce l’ho.

Leggi il seguito di questo post »

Neil Gaiman – Anansi Boys

Gaiman, Neil (2005). Anansi Boys. New York: HarperCollins. 2005. ISBN 9780061794971. Pagine 416. 4,49 €

images-amazon.com

Abbiamo già parlato della mia (piuttosto recente) passione per Neil Gaiman, E abbiamo già avuto occasione di parlare della sua versatilità, della sua capacità di esplorare l’inquietudine e la molteplicità. Leggi il seguito di questo post »

Quando la stupidità incontra la paranoia

I primi segnali di agitazione si sono manifestati qualche giorno dopo l’annuncio dell’AMA (l’azienda che gestisce la raccolta rifiuti a Roma) che all’Eur si sarebbe passati dai cassonetti sulle strade alla raccolta porta a porta. O, meglio: condominio a condominio. Meglio ancora: palazzina a palazzina.

Secondo il Vocabolario Treccani:

[la palazzina, nella moderna tipologia edilizia, [è una] casa signorile plurifamiliare, a pianta centrale senza cortile, ma spesso fornita di una o due chiostrine o cavedî interni, e talora con gli spazî di distacco dagli edifici limitrofi sistemati a giardino, a 4 o 5 piani, con uno o più appartamenti per piano.

Ma la palazzina romana è qualche cosa di più, un luogo dello spirito e al tempo stesso della speculazione, come ha ben testimoniato Italo Insolera in Roma moderna. Ancora più specifica è la “palazzina dell’Eur” (sempre Italo Insolera, questa volta con Luigi Di Majo: L’Eur e Roma dagli anni Trenta al Duemila).

theolympicvillageeye.it

Leggi il seguito di questo post »