7 seconds

Nel remoto 1994, 16 anni fa (quando già Berlusconi prometteva la riforma fiscale con 2 aliquote entro la fine dell’anno, a beneficio dei suoi elettori) una canzone di Youssou N’Dour (senegalese) e Neneh Cherry (figlia del trombettista Don Cherry e svedese di cittadinanza, anche se piuttosto “abbronzata” anche lei) portavano questa canzone per settimane in cima alle classifiche di tutto il mondo: 1ª in Francia Svizzera e Italia (sì, anche in Italia!), 2ª nei Paesi Bassi, 3ª in Australia Irlanda Regno Unito Austria Germania Polonia, 4ª in Norvegia …

La canzone è bella e orecchiabile, e questo basterebbe a spiegarne il successo. Ma è il testo – cantato in wolof inglese e francese – ad attirare oggi la mia attenzione: è un po’ ermetico, ma ci pensa la stessa Neneh Cherry a chiarirne il messaggio: « “7 Seconds” parla dei primi 7 secondi positivi nella vita di un bambino appena nato che non conosce ancora i problemi e la violenza nel nostro mondo. »

Boul ma sene, boul ma guiss madi re nga fokni mane
Khamouma li neka thi sama souf ak thi guinaw
Beugouma kouma khol oaldine yaw li neka si yaw
Mo ne si man, li ne si mane moye dilene diapale

Roughneck and rudeness,
We should be using, on the ones who practice wicked charms
For the sword and the stone
Bad to the bone
Battle is not over
Even when it’s won
And when a child is born into this world
It has no concept
Of the tone the skin is living in

It’s not a second
But 7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting
It’s not a second
7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting
I’ll be waiting
I’ll be waiting

J’assume les raisons qui nous poussent de changer tout,
J’aimerais qu’on oublie leur couleur pour qu’ils esperent
Beaucoup de sentiments de race qui font qu’ils desesperent
Je veux les portes grandements ouvertes,
Des amis pour parler de leur peine, de leur joie
Pour qu’ils leur filent des infos qui ne divisent pas
Changer

7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting
It’s not a second
7 seconds away
Just as long as I stay

I’ll be waiting
I’ll be waiting
I’ll be waiting

And when a child is born into this world
It has no concept
Of the tone the skin is living in
And there’s a million voices
And there’s a million voices
To tell you what she should be thinking
So you better sober up for just a second

7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting
It’s not a second
7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting

It’s not a second
7 seconds away
Just as long as I stay
I’ll be waiting

Il video è stato diretto e girato in bianco e nero e da Stéphane Sednaoui. Sony ha tolto la possibilità di incorporare il video (lo potete comunque ascoltare qui): ma una cosa, una volta pubblicata sul web, c’è per sempre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: