Un centauro artificiale italiano

Vi ricordate l’Istituto italiano di tecnologia? Il MIT italiano? Istituito da un Governo Berlusconi nel 2003, localizzato a Genova Bolzaneto (per attrazione gravitazionale di Scajola, o ricordo male?). Chiacchierato e criticato da subito. Poi dimenticato.

A me fa piacere venire a sapere – da un articolo sulla newsletter KurzweilAI – che vi si lavora e vi si sperimenta qualche cosa che attira l’attenzione di qualificati osservatori stranieri. E poi, il video è molto divertente. Giudicate voi stessi.

HyQ

HyQ robot outdoor test (credit: Italian Institute of Technology)

Italian quadruped robot goes for a walk | KurzweilAI

;

Researchers from the Italian Institute of Technology took their quadruped robot HyQ for a test run outside the lab for the first time to test new tricks HyQ has learned, including the ability to trot over obstacles without falling, IEET Spectrum Automaton reports.

The robot is still a strange headless creature, and though a sensor head is in the works, this quadruped might get even weirder with a new hardware addition: arms.

The goal: an autonomous, versatile machine capable of running, jumping, and negotiating rough terrain that could find applications in search-and-rescue operations and exploratory missions.

E tra un po’ avrà le braccia, e sarà il primo centauro artificiale.

Il centauro artificiale

IIT

.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: