La giornata del camminare

Oggi, 13 ottobre 2013, si è svolta in tutta Italia la seconda giornata del camminare. La prima era stata l’anno scorso, ma a me era sfuggita.

giornatadelcamminare.org

Ottima idea, mi sono detto: a me camminare piace e lo faccio tutte le mattine (quando posso e come posso, come canta il poeta). Le proposte per Roma erano particolarmente ricche: 10 percorsi, quasi tutti interessanti, con un gran finale comune a via dei Fori imperiali (a cui non avrei partecipato in nessun caso: sono piuttosto orso e poi come la penso sulla chiusura al traffico del pezzetto da Largo Corrado Ricci al Colosseo i lettori di questo blog lo sanno). Davvero difficile scegliere. All’inizio mi ero orientato sul percorso lungo il fiume, dalla basilica di san Paolo all’orto botanico, ma poi la passeggiata nella pineta di Castel Fusano mi ha conquistato. Tra l’altro le previsioni facevano sperare nella tipica ottobrata romana, soleggiata e calda.

La presentazione del percorso faceva venire l’acquolina in bocca:

… per la costa,  Riserva Naturale Statale del Litorale Romano
Impariamo a usare al meglio i nostri piedi, prezioso, e spesso poco considerato, strumento di conoscenza del mondo che ci circonda. Approfittiamone in questa giornata per esplorare un bellissimo angolo di natura  (sia pure parecchio antropizzata ) a due passi da Roma e dal suo litorale: il Parco Regionale Urbano che comprende la Pineta ed il Borgo di Castel Fusano, entrambi di notevole interesse, anche dopo il disastroso incendio del duemila. Scopriremo un paesaggio molto vario ed affascinante: il piccolo borgo e il silenziosa Canale dei Pescatori, la vasta pineta, voluta nel xviii  secolo dal Marchese Sacchetti, il bosco di lecci, i suggestivi ruderi della cosiddetta Villa di Plinio, una torre di avvistamento, il vicinissimo mare, il basolato  della Via Severiana…
Tutto ciò che in epoche remote fece di questi luoghi una delle più ambite mete di soggiorno per l’aristocrazia romana, li rende oggi meta piacevole di una lunga, ma rilassante camminata insieme!
Al termine dell’escursione prenderemo il treno dalla stazione Castel Fusano.

Un altro punto a favore: il circuito (circa 12 km) era diviso in 2 parti, a sud e a nord della via Cristoforo Colombo, che avrebbero permesso di fermarsi a metà, se fossimo stati stanchi o si fosse fatto troppo tardi.

Appuntamento alle 9:15 alla rotonda al termine della via Cristoforo Colombo, a 300 m dal capolinea della ferrovia Roma-Lido. Naturalmente – chi conosce la mia pedanteria se lo aspetta – alle 9:10 siamo lì. Un signore dall’aria simpatica e con un’enorme macchina fotografica con teleobiettivo (forse sperava di incontrare il gruccione, il piviere, la cutrettola, la coronella austriaca o la natrice dal collare) ci accoglie festoso: «Siamo i primi!»

Ma dopo un po’ arrivano altri camminatori e ci spostiamo dalla stazione della Roma-Lido alla rotonda. L’aria è festosa, da scampagnata. Pochi bambini, qualche giovane coppia, 4 cani. Sventola una bandiera della FederTrek e gli organizzatori si distinguono dalla maglietta arancione.

Sono le 9:30 e non si parte: vabbè, mi dico, è una festa e siamo a Roma, non a Zurigo. Pazienza, mi dico. Ma in cuor mio già friggo.

Alle 9:40 arriva uno degli organizzatori, trafelato, e gli altri lo prendono un po’ in giro per il ritardo. L’idea di chiedere scusa a chi sta lì da mezz’ora non passa per la testa a nessuno.

Alle 9:50 mia moglie va a chiedere perché non si parta ancora e se, volendo, qualcuno si può avviare. La prima domanda non ha risposta e la seconda ha risposta negativa.

Alle 9:55 ci viene letto il manifesto della giornata del camminare, nel caso che qualcuno fosse riuscito nella impresa di arrivare alla pagina di questo percorso specifico senza passare per quelle di presentazione dell’iniziativa. Poi, un altro organizzatore ci illustra i benefici del camminare, come se le 75 persone (tanti eravamo) in piedi da quasi un’ora nell’attesa di scarpinare per 12 km di domenica mattina invece di andare ad abbuffarsi di cappuccini e cornetti in un qualche centro commerciale non lo sapessero già.

Finalmente partiamo e la pineta-lecceta con un folto sottobosco di macchia mediterranea è davvero molto bella. Il sentiero è agevolissimo (per la verità, è in gran parte una strada asfaltata, ancorché chiusa al traffico). L’unico problema è che andiamo veramente piano (circa 3 km/h) e ci fermiamo in continuazione per “ricompattare il gruppo” e per leggere qualche cosa.

Arriviamo finalmente alla “Villa di Plinio”, che ci era stata promessa come una delle mete del percorso. Si tratterebbe (ma le prove sono tutte indiziarie) della villa di cui Plinio il Giovane parla in una lettera all’amico Gallo. Ci fermiamo per l’ennesima volta e uno degli accompagnatori ci dice che la villa è proprietà privata e che i proprietari non hanno dato il permesso di visitarla (per la verità, il sito della Sovrintendenza scrive che «attualmente il monumento non è accessibile al pubblico per restauro»). Ma niente paura, aggiunge, c’è un buco nella recinzione e noi entriamo lo stesso.

Inutile dire che è lì che ce ne siamo andati e che abbiamo completato il giro da soli.

Ma per una volta sono d’accordo con Matteo Renzi, che lo ha detto a proposito dell’amnistia e dell’indulto:

«Affrontare così il tema è un clamoroso errore, un autogol […]. Come facciamo a spiegare ai ragazzi il valore della legalità se poi ogni sei anni, quando le carceri sono troppo piene, buttiamo fuori un po’ di gente».
Per Renzi il problema si risolve rivedendo due leggi che hanno contribuito a riempire le carceri di immigrati e di persone con problemi di tossicodipendenza: la Bossi-Fini e la Giovanardi.
«Basterebbero i nomi per cancellarle […]. Ma dobbiamo cambiarle perché non hanno funzionato. E va rivista anche la custodia cautelare».

Questo Paese non ce la può fare senza educazione alla legalità e al rispetto delle regole. A partire dalle scampagnate domenicali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: