Cronache dalla provincia (1)

Inauguro una nuova rubrichetta. Mi delizio, quando sono in vacanza, della lettura dei quotidiani locali, e voglio rendervi partecipi di questo mio innocuo hobby. Nei quotidiani locali sono ancora più evidenti i vizi della stampa nazionale: l’approssimazione, i luoghi comuni e l’italiano approssimativo – che peraltro caratterizzano anche le testate più titolate.

Non si ferma a un controllo – Scatta la ricerca tra i campi

QUINGENTOLE. Una pattuglia dei carabinieri che transitava per Quingentole, ieri nel primo pomeriggio, si è imbattuta in un extracomunitario, probabilmente nordafricano, che camminava a piedi lungo la provinciale per Quistello, via Nuvolato, all’altezza dell’ex caseificio Moreschi. I militari dell’Arma si sono fermati per un controllo, come di prassi. Ma appena l’uomo ha visto l’auto blu con le sirene avvicinarsi – forse perché clandestino e già espulso, oppure perché aveva compiuto qualche tipo di reato – subito si è messo a correre in direzione della campagna, per raggiungere poi i vicini campi di granoturco. Da quel momento sono scattate le ricerche: i carabinieri si sono lanciati all’inseguimento del fuggitivo, il quale però si è inoltrato tra gli alti steli del mais, facendo subito perdere le sue tracce. In supporto alla prima pattuglia ne sono arrivate altre due, inviate dalla Compagnia di Gonzaga gestita dal capitano Barbaglia, e in aiuto è arrivata pure l’Associazione carabinieri in congedo di San Benedetto, che possiede tre cani da ricerca. I cani sono stati mandati in mezzo ai campi e i carabinieri hanno circondato l’appezzamento. La battuta è andata avanti per un paio d’ore, finché i militari hanno trovato le impronte di scarpe da ginnastica, in uscita dal terreno a granoturco. Segno che il fuggitivo probabilmente era riuscito a scappare e ad allontanarsi dalla zona. Così le ricerche si sono concluse senza esito.

Qualche commento:

  • “un extracomunitario, probabilmente nordafricano”: era nero? i tratti somatici? ma il cronista l’ha visto? chi gliel’ha raccontato?
  • “I militari dell’Arma si sono fermati per un controllo, come di prassi”. Prassi? Credevo agissero sulla base delle leggi, o degli ordini dei loro superiori, o delle “regole d’ingaggio”.
  • “forse perché clandestino e già espulso, oppure perché aveva compiuto qualche tipo di reato”. O forse perché semplicemente tira una brutta aria per gli immigrati in Italia di questi tempi? E infatti scatta la caccia all’uomo, con 3 pattuglie dell’Arma + i carabinieri in congedo (a che titolo?) + 3 cani. Roba da Alabama. Dov’era il Ku Klux Klan?
  • Come nelle migliori barzellette sui carabinieri, nonostante il dispiegamento di uomini mezzi e cani, il nostro “fuggitivo” si è dileguato…

Una Risposta to “Cronache dalla provincia (1)”

  1. wu ming Says:

    “transitava, si è imbattuta”: stavano lavorando o erano lì per caso?
    “si sono lanciati all’inseguimento del fuggitivo, il quale però si è inoltrato tra gli alti steli del mais”: sembra un racconto da libro di scuola.
    “il capitano Barbaglia, e in aiuto è arrivata pure l’Associazione carabinieri in congedo di San Benedetto, che possiede tre cani da ricerca”: sono informazioni di assoluto rilievo.
    “segno che il fuggitivo probabilmente era riuscito a scappare e ad allontanarsi dalla zona”: geniale deduzione,watson!
    Le parole sono importanti: in una piccola stazione del sud i locali della stazione sono chiamati “pertinenze” per dire, in un cartello, che sono controllati dalle telecamere; e sulla spiaggia, per dire che non si può fare il bagno, il mare diventa gli “specchi acquei”.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: