Antonioni e la musica

In Blow-up c’è una famosa apparizione degli Yardbirds: il brano si chiama Stroll On ed è una variante di The Train Kept-A-Rollin. Le due chitarre sono Jeff Beck e un giovanissimo Jimmy Page.

In Zabriskie Point, invece, c'è la famosa esplosione della villa con musica dei Pink Floyd...

.. ma anche i Grateful Dead (Dark Star).

Ma Antonioni è anche Prokofiev. Questa è la fine de L'Eclisse, con la Sonata n. 7 eseguita da Sviatoslav Richter.

3 Risposte to “Antonioni e la musica”

  1. Paris, Texas « Sbagliando s’impera Says:

    […] America irreale, dai colori virati, questi deserti da film western, fanno pensare a Zabriskie Point (anche l’uso della musica, con il parallelismo Ry Cooder – Jerry Garcia, contribuisce […]

  2. Tinker Tailor … « Sbagliando s’impera Says:

    […] mi limiterei a riproporre la canzone degli Yardbirds (di cui abbiamo parlato più volte, qui, qui e qui), in cui Jimmy Page fa delle cose interessanti e sperimentali, suonando la chirtarra con […]

  3. L’imprinting e Lucio Dalla « Sbagliando s’impera Says:

    […] al di Dalla furono gli Yardbirds (di cui abbiamo parlato più volte, qui, qui, qui e qui). Erano una leggenda già nel 1996, noti per avere due chitarre soliste in formazione (Jeff Beck e […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.