Quando dico niente, o è niente, o è cosa che non posso dire

– Misericordia! cos’ha, signor padrone?
– Niente, niente, – rispose don Abbondio, lasciandosi andar tutto ansante sul suo seggiolone.
– Come, niente? La vuol dare ad intendere a me? così brutto com’è? Qualche gran caso è avvenuto.
– Oh, per amor del cielo! Quando dico niente, o è niente, o è cosa che non posso dire.

[Alessandro Manzoni, I promessi sposi, capitolo 1]

Sabotaggio

Cito i 4 significati proposti dal De Mauro online:

  1. in diritto, reato commesso da chi in un’azienda danneggia impianti di produzione, edifici, macchinari, eccetera, destinati al normale svolgimento del lavoro o compie azioni di rappresaglia nei confronti del datore di lavoro
  2. in ambito militare, per estensione, azione di danneggiamento nei confronti di mezzi di trasporto, edifici o impianti delle forze armate, effettuata per motivi politici o militari; azione militare tesa a diminuire il potenziale bellico del nemico e a impedire il funzionamento dei servizi specialmente lungo le vie di comunicazione, effettuata generalmente da unità particolari delle forze regolari
  3. per estensione, azione compiuta da sovversivi o terroristi per ostacolare il funzionamento dei mezzi pubblici o per danneggiare impianti
  4. per estensione, qualsiasi azione che abbia lo scopo di ritardare, ostacolare o danneggiare in qualsiasi modo l’attività di qualcuno la realizzazione di qualcosa: sabotaggio di un progetto

Il nome nasce durante la rivoluzione industriale: i telai a vapore venivano danneggiati dai tessitori licenziati gettando nei loro ingranaggi zoccoli di legno (“sabots” in francese).

Pubblicato su Parole. 1 Comment »