George Gershwin

Nato a Brooklyn (e dove se no?) il 26 settembre 1898, compirebbe oggi 110 anni. Invece morì giovanissimo, a meno di 40 anni, l’11 luglio 1937.

Ha scritto: “I like to think of music as an emotional science”.

Qui lo ascoltiamo al pianoforte eseguire la sua Rhapsody in blue (si tratta di un rullo per piano automatico, non di una registrazione fonografica):

Qui invece ascoltiamo Summertime (da Porgy and Bess), che se non ricordo male fu votata qualche tempo fa come la più bella canzone del XX secolo, in due interpretazioni: quella di Janis Joplin (dal vivo nel 1969, per i più rockettari)

e quella eseguita da Miles Davis in uno dei suoi ultimi concerti, a Montreaux nel 1991. L’orchestra è diretta da Quincy Jones.

Una Risposta to “George Gershwin”

  1. morgaine Says:

    Non so se altri l’hanno votata, ma secondo me Summertime è la più bella canzone del ventesimo secolo, e soprattutto mi piace che sia stata scritta da un ebreo di origine russa per essere cantata da schiavi negri.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: