Credo

Non so se l’avete notato. Non si dice più “penso”, “opino” (OK, non s’era mai detto…), e neppure “secondo me”, “a parer mio”, “dal mio punto di vista”. Si dice sempre e soltanto: “credo” – anzi, “io credo”. Ormai è inflazionato, come il famigerato “attimino” e l’altrettanto insopportabile “quantaltro”.

Adesso, io sono ateo (anzi, in questo frangente storico, un ateo militante e un po’ settario). Mi arrogo anche un po’ il diritto di essere un ateo con cognizione di causa, essendo andato a scuola dai gesuiti (e ne vado orgoglioso), avendo frequentato preti e laici credenti di grande levatura morale e culturale (e ritengo un privilegio avera avuto queste occasioni d’incontro), avendo bazzicato gruppi e gruppetti variamente catto-comunisti (sono stato persino iscritto – oltre che al Manifesto-Pdup nei lontani anni Settanta – ai Cristiano-sociali di Carniti e Gorrieri in tempi più recenti). Ma penso che quello che sto per dire dovrebbe essere condiviso anche dai credenti – se, appunto, il mio ateismo non mi fa velo e la mia cognizione di causa mi soccorre: il verbo “credere” dovrebbe essere utilizzato propriamente per le questioni di fede, e non per l’espressione di qualsivoglia opinione, frivola e serissima che sia.

Il testo di riferimento, naturalmente, è Palombella rossa di Nanni Moretti.

Il dialogo tra la giornalista e Michele Apicella:

– No… io non lo so, però senz’altro lei ha un matrimonio alle spalle a pezzi…
– Ma che dice?!
– Scusi forse ho toccato un argomento…
– Non è l’argomento, è l’espressione!… “Matrimonio a pezzi”…
– Preferisce “rapporto in crisi”? Però è così kitsch!…
– [si tocca il cuore] Dove l’è andata a prendere quest’espressione, dove l’è andata a prendere?!…
– Io non sono alle prime armi…
– “Alle prime armi”?! Ma come parla?!
– Anche se il mio ambiente è molto cheap
– Il suo ambiente è molto … ?
CHEAP!
– [sberla] Ma come parla?!
– Senta ma lei è fuori di testa!!
– [sberla] E due! Come parla?! Come parla?! Le parole sono importanti! Come parla?!

Michele si arrabbia ancora per le espressioni:

Michele [rivolto a Mario l’allenatore]: “Pane per i loro denti”?! Ma come parli?!
Un avversario [lo “tira” sott’acqua]: Non è uno sport per signorine!
Michele [gli tira un cazzotto]: Gli ho dato un pugno. Gli ho dato un pugno… Saranno trent’anni che sento quest’espressione… “Non è uno sport per signorine”… Non è il contenuto, è l’espressione…
[viene espulso]

Michele rilegge la bozza dell’articolo scritto dalla giornalista e si infuria:

– Lei la deve cambiare questa espressione! “Trend negativo”… Io non l’ho mai detto! Io non l’ho mai pensato! Io non parlo così!

La “summa” della filosofia di Michele (e di Nanni Moretti)

– Chi parla male, pensa male e vive male. Bisogna trovare le parole giuste: le parole sono importanti!

Pubblicato su Parole. 4 Comments »

4 Risposte to “Credo”

  1. Phoebe Says:

    Io condivido (più o meno), ma il 26 per cento circa dell’Italia dissente. Cito: “Forza Italia è tempo di credere” (inno ufficiale di Forza Italia, parole di Silvio Berlusconi). Temo non sia (solo) un invito ad una maggiore partecipazione religiosa……

  2. Phoebe Says:

    Mi correggo: circa il 24 per cento dissente (risultati elezioni 2006)

  3. Chi mazzola Rivera? « Sbagliando s’impera Says:

    […] condivido la prima affermazione (l’evoluzionismo è una teoria scientifica e non ci si “crede“), né la seconda (la chiesa si è evoluta tantissimo in venti secoli, magari non nella […]

  4. Neil Gaiman – American Gods « Sbagliando s’impera Says:

    […] base del libro c’è l’idea che gli dei esistano finché e dove esistono uomini che credono in loro. Quindi, da una parte negli Stati Uniti vivono tutti gli dei delle religioni e delle […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: