Ratatouille

È un piatto della cucina provenzale, segnatamente nizzarda, diffuso anche nell’Italia nord-occidentale.

Si fa “facendo andare” a fuoco lento in una terrina peperoni, cipolle, zucchine, melanzane e pomodori (facoltativi), con olio d’oliva, vino bianco e profumi (aglio, basilico, capperi, sale e pepe). La difficoltà è nei tempi diversi di cottura delle verdure. Buonissimo con piatti di carne e con il riso.

Etimologia divertente, che mescola due parole francesi, ratouiller (scuotere) e tatouiller (mescolare). Quest’ultima verrebbe dal latino tudicula, un aggeggio per spremere le olive. È anche una conchiglia.

Tra un po’ la ratatouille diventerà famosissima perché è il titolo del prossimo film Disney-Pixar. Ecco il trailer:

Pubblicato su Parole. 2 Comments »

2 Risposte to “Ratatouille”

  1. Phoebe Says:

    Nei miei anni infantili-adolescenziali il termine “rattattuglia” ha indicato, secondo una felice – quanto inconsapevole – definizione di mia madre, il caos imperante nella mia stanza

  2. zelda Says:

    Ho scoperto la ratatouille lavorando nel ristorante situato all’interno del “Politecnico”, il piccolo cinema teatro sul lungotevere Flaminio. Il ristorante si vede in “Bianca” di Nanni Moretti. La cucinava la proprietaria, una snob signora siciliana.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: